Blue Origin è una società di turismo spaziale, che intende fornire voli spaziali suborbitali per i clienti paganti nel prossimo futuro. Con il sostegno di un miliardario e numerosi voli di prova di successo alle spalle, è anche una delle opzioni più promettenti per i clienti che sperano di sperimentare viaggi nello spazio negli anni a venire. In questo articolo scoprirai di più sul turismo spaziale, su Blue Origin, sulla storia dell'azienda e sui suoi obiettivi per il futuro.

Menù veloce:

Cos'è il turismo spaziale?

'Turismo spaziale' è un termine usato per descrivere l'atto di viaggiare nello spazio per scopi di svago. Conosciuto anche come spazio commerciale volo, o esplorazione dello spazio cittadino, il concetto include viaggi spaziali suborbitali e orbitali, nonché viaggi oltre l'orbita terrestre. Ad oggi, il turismo spaziale è stato eseguito con successo solo dall'Agenzia spaziale russa, ma diverse società private, tra cui Blue Origin, sperano di cambiare le cose.

Maggiori informazioni sul Turismo Spaziale, puoi leggere nell'articolo “Turismo spaziale: 5 compagnie spaziali che faranno di te un astronauta”.

Cos'è l'origine blu?

Blue Origin è un'azienda aerospaziale, che si concentra principalmente sulla fornitura di voli spaziali suborbitali per scopi turistici, sebbene con l'intenzione di fornire eventualmente anche voli spaziali orbitali. La società ha sede a Kent, Washington, ed è stata fondata nel 2000 da Jeff Bezos, che è anche CEO di Amazon.

Finora, la principale proposta di turismo spaziale avanzata da Blue Origin è per viaggi di breve durata nello spazio e ritorno. I turisti verranno inviati nel razzo a decollo verticale New Shepard della compagnia. Sulla punta del razzo ci sarà una capsula passeggeri, che potrà ospitare fino a sei persone alla volta.

Per quanto riguarda la capsula stessa, Blue Origin intende fornire finestre estremamente grandi e sedili reclinabili. Una volta nello spazio, i clienti paganti sperimenteranno viste mozzafiato della Terra e la sensazione di assenza di gravità.

Il team di dipendenti di Blue Origin ha effettuato numerosi voli di prova di successo negli ultimi anni e l'azienda spera di essere in grado di offrire viaggi spaziali affidabili per i clienti paganti nella prima metà degli anni '20.

Video: Blue Origin – La strada per lo spazio

 

Video: Blue Origin – Milioni di persone che vivono e lavorano nello spazio

 

Quanto costa un volo Blue Origin?

Come con altre società di turismo spaziale, Blue Origin dovrebbe inizialmente vendere la maggior parte dei suoi biglietti a ricchi imprenditori, celebrità e altri turisti con grandi quantità di denaro da risparmiare. In effetti, le fonti suggeriscono che il costo iniziale del volo spaziale Blue Origin ammonterà a $200.000 e $300.000 a persona.

Tuttavia, a differenza di Virgin Galactic e di molti altri rivali, la società non ha una lista d'attesa attiva per le sue esperienze di viaggio nello spazio e nessuna strategia ufficiale di prezzo è stata annunciata pubblicamente.

4 Promettenti alternative al turismo spaziale

1. Vergine Galattica

La principale rivale di Blue Origin, Virgin Galactic è di proprietà di Richard Branson ed è probabilmente la compagnia più nota che propone un regolare turismo spaziale nei prossimi anni. L'offerta Virgin Galactic è orientata al volo spaziale suborbitale e la società ha eseguito con successo un volo di prova con equipaggio nello spazio nel 2018. Informazioni più dettagliate su Virgin Galactic, puoi leggere nell'articolo "Virgin Galactic: informazioni sui voli spaziali Virgin".

2. Orion Span

Orion Span è un'azienda americana di turismo spaziale, che propone qualcosa di piuttosto diverso. La sua prevista stazione spaziale Aurora funzionerebbe efficacemente come un hotel spaziale, portando il concetto oltre i viaggi spaziali di breve durata e consentendo ai clienti di godersi i pernottamenti nello spazio. Informazioni più dettagliate su Origin Span, puoi leggere nell'articolo "Orion Span: informazioni su Orion Span Space Hotel".

3. SpaceX

Di proprietà di Elon Musk, la società SpaceX ha già effettuato numerosi voli spaziali di successo e mira anche a fornire viaggi spaziali regolari ai clienti paganti. Musk è particolarmente interessato all'idea di fornire viaggi sulla luna e ritorno, mentre a lungo termine SpaceX intende offrire anche voli su Marte. Informazioni più dettagliate su SpaceX, puoi leggere nel articolo "Informazioni SpaceX: razzi, veicoli spaziali e voli spaziali".

4. La compagnia Boeing

Infine, The Boeing Company ha un accordo di lavoro con la NASA, relativo alla produzione di veicoli per l'equipaggio destinati ai viaggi nello spazio. Tuttavia, questo accordo ha anche portato Boeing nel settore del turismo spaziale, poiché la società si è assicurata il diritto di vendere i posti su alcuni di questi veicoli dell'equipaggio a clienti paganti.

Blue Origin e altre compagnie che offrono biglietti per voli spaziali

Blue Origin è attualmente tra i primi classificati quando si tratta di compagnie aerospaziali che sperano di vendere biglietti aerei spaziali commerciali. Poiché attendiamo con impazienza un momento in cui il turismo spaziale regolare diventerà una realtà, una cosa che potresti voler esaminare è il processo per prenotare effettivamente i biglietti su un volo spaziale.

Dai un'occhiata al nostro "Volo spaziale: come prenotare un biglietto per lo spazio" articolo per ulteriori informazioni su Blue Origin e varie altre società, insieme a dettagli su come è possibile prenotare i biglietti o iscriversi a una lista d'attesa.

Vola con Blue Origin e soggiorna in uno Space Hotel

Con la forza finanziaria di Jeff Bezos dietro l'azienda, Blue Origin è una delle principali aziende aerospaziali che cercano di offrire viaggi spaziali commerciali. Un'area correlata che sta suscitando molto interesse è quella degli hotel spaziali e una volta che le persone saranno in grado di prenotare i voli nello spazio, è logico che seguiranno i pernottamenti.

Guardare "Hotel nello spazio: come prenotare un hotel nello spazio" per informazioni su alcune delle proposte di hotel spazio già esistenti e dettagli su come puoi effettivamente prenotare il tuo soggiorno già in questa nuova forma di alloggio.

L'origine blu e l'industria spaziale nel suo insieme

Sebbene Blue Origin sia diventato uno dei principali attori nel settore spaziale, vale la pena dedicare del tempo per comprendere meglio l'industria nel suo insieme. In particolare, può essere utile acquisire informazioni contestuali su come si è evoluto il settore e chi sono gli altri principali attori del settore.

Per saperne di più sull'industria spaziale, la sua evoluzione nel tempo, l'emergere del turismo spaziale e alcune delle altre compagnie aerospaziali là fuori, leggi "Industria spaziale: la guida n. 1 nello spazio!"

Before Blue Origin: il primo turista spaziale al mondo

Blue Origin è una delle principali imprese private che cercano di commercializzare il turismo spaziale, ma la storia del turismo spaziale come concetto risale in realtà al 2001. L'uomo d'affari americano, Dennis Tito, era determinato a pagare per viaggiare nello spazio e dopo essere stato rifiutato da NASA, ha convinto l'Agenzia spaziale russa a prenderlo.

Per saperne di più su Dennis Tito e sul viaggio che gli è valso lo status di primo turista spaziale al mondo, leggi il "Turista spaziale: chi è stato il primo turista nello spazio?" articolo.

Blue Origin è una delle principali compagnie private che cercano di fornire voli spaziali commerciali - o "turismo spaziale" - nel prossimo futuro. L'organizzazione ha mostrato grandi promesse attraverso numerosi voli di prova di successo e molti esperti la considerano una delle aziende con maggiori probabilità di raggiungere l'obiettivo di portare regolarmente nello spazio clienti paganti.

Altri suggerimenti per far crescere la tua attività

Revfine.com è una piattaforma di conoscenza per il settore dell'ospitalità e dei viaggi. I professionisti utilizzano le nostre conoscenze, strategie e suggerimenti attuabili per trarre ispirazione, ottimizzare i ricavi, innovare i processi e migliorare l'esperienza del cliente. Puoi trovare tutto consigli per il settore dei viaggi nelle categorie Marketing e distribuzione, Personale e carriera e Tecnologia e software.

Invia un articolo